Le uniformi, dal 1976 ad oggi

Entrati in NFL nel 1976, i Tampa Bay Buccaneers hanno indossato varie uniformi nel corso degli anni, dalle "originali" all-white con numeri arancioni del 1976 a quelle attuali red and pewter introdotte nel 1997.

Anno per anno, ecco di seguito una breve storia delle uniformi indossate dai nostri amati Bucanieri...
 
1976
L’annuncio ufficiale è dell’aprile 1974: a partire dalla stagione 1976 Tampa avrà una squadra nell’NFL. 

Lamar Sparkman, disegnatore del Tampa Tribune, crea il logo dei Buccaneers: è Bucco Bruce, un pirata con il cappello piumato che stringe un coltello tra i denti. 

Nella stagione inaugurale, i Bucs giocano tutte le 14 partite di regular season con le divise integralmente bianche, sia maglie che calzoncini e con numeri arancioni coi bordi rossi.

Nel 1976, annata terminata con un record 0-14, in pratica una “perfect season” al contrario, non verranno quindi mai utilizzate (se non in preseason) le maglie arancioni, qui indossate dalla squadra nella foto di gruppo.

Queste dunque le uniformi “all-white”, con finiture rosso-arancioni e numeri arancioni con bordi rossi, indossate nel corso di tutto il 1976
1977
Nella loro seconda stagione, oltre alla prime due vittorie per le quali bisognerà attendere le ultime due partite, portando quindi a 26 la striscia di sconfitte consecutive, fanno la loro comparsa le maglie arancioni. I calzoncini sono sempre di colore bianco, abbinati sia alle maglie orange che a quelle white.

Cambia la combinazione dei colori utilizzati per i numeri sulle maglie bianche, con l’inversione di quelli utilizzati nella stagione precedente: a partire dal 1977 sono rossi i numeri e arancioni i bordi.

1977: la prima volta delle maglie arancioni

Inversione dei colori per i numeri nelle maglie bianche: i numeri diventano rossi, i bordi arancioni
dal 1978
al 1984
Nessuna modifica di rilievo nelle uniformi di Tampa Bay dal 1978 al 1984, con i Bucs che continuano quindi ad alternare due tipi di uniformi:
maglie arancioni e calzoncini bianchi
e divisa integralmente bianca
1985Per la decima stagione nell'NFL, i Bucs appongono sulle maglie un "patch" con Bucco Bruce e l'indicazione del decennale.

 Ecco il logo celebrativo dei primi dieci anni di Tampa Bay in NFL
Le divise arancioni-bianche, con il patch del decennale 
E quelle interamente bianche, anch'esse con il patch del decennale
dal 1986
al 1990
Dal 1986 al 1990 i Bucs alternano le ormai due classiche divise:  
- orange-and-white
- white-and-white
1991Compare sul colletto della maglia lo scudetto "NFL"
1992Con l'arrivo del nuovo Head Coach Sam Wyche, vengono introdotte modifiche di un certo rilievo nelle divise dei Bucs.

Fanno per la prima volta la loro comparsa i pantaloncini arancioni, utilizzati dai Bucs insieme alle maglie bianche per ben 14 volte su 16 nel 1992. Anche le maglie bianche presentano da questa stagione una piccola novità: il colletto è arancione e non più bianco. Per le altre due partite del 1992 viene utilizzata la classica maglia arancione abbinata ai calzoncini bianchi. Dunque, per la prima volta non viene utilizzato nel corso di una stagione il completo "all white".

Lievi modifiche anche per Bucco Bruce, di cui non solo aumentano le dimensioni sul casco, ma che rispetto al logo originario (foto a sinistra) subisce anche un leggero restyling (foto a destra) 

Infine, lo scudetto NFL compare oltre che sul colletto delle maglie anche nella parte alta dei pantaloncini.

Le uniformi white and orange introdotte nel 1992

e le classiche divise orange and white
1993
Anche nel 1993 i Bucs alternano due divise: maglia bianca e pantaloni arancioni (in 13 occasioni) e maglia arancione abbinata a pantaloni bianchi (nelle rimanenti 3 partite).

Compare per la prima volta il logo della ditta fornitrice di abbigliamento. Si tratta della "Russell Athletic", il cui logo è visibile sulla manica della maglia e sui pantaloni.
 
Infine, sul bordo delle maniche è presente la scritta "Mr. C", omaggio al proprietario dei Bucs Hugh Culverhouse, su sfondo arancione o bianco a seconda del colore della maglia indossata.

L'uniforme orange and white e quella white and orange, anno 1993
1994
Nel 1994, sulla maglia di tutte le squadre - in alto a sinistra - compare il logo celebrativo dei 75 anni dell'NFL.
Nel corso di questa stagione, per celebrare l'importante anniversario della Lega, vengono disputate partite in cui le squadre indossano le uniformi del passato, le cosiddette "throwback uniforms". Per i Bucs, è questa l'occasione per rispolverare il completo "all-white" che viene utilizzato nel corso del 1994 in due occasioni, mentre nelle rimanenti 14 partite si alterneranno le altre tradizionali combinazioni: orange-white e white-orange.

La divise del 1994 con il patch celebrativo dei 75 anni dell'NFL
Packers-Buccaneers del 1994, con le divise "throwback" (completo all-white per Tampa Bay)
1995Si alternano le due classiche uniformi orange-white e white-orange, nella ultima stagione dello sponsor tecnico "Russell Athletic"

Il rookie Warren Sapp in versione "white and orange"
1996Nel 1996 i Bucs giocano per l'ultima stagione indossando le divise arancioni e bianche e con l'effigie di Bucco Bruce sul casco bianco. Cambia lo sponsor tecnico, ed il logo presente su maglie e calzoncini diventa quello della "Wilson".
Per 15 partite su 16 i Bucs scendono in campo con maglie bianche e pantaloni arancioni. La partita disputata in trasferta e persa 9-13 contro i Cardinals nella week n.8 è l'ultima - sino al throwback game del 2009 - giocata da Tampa Bay indossando il connubio maglie arancioni e calzoncini bianchi. 

Tampa Bay-Chicago, ultima partita della stagione 1996 ed ultimo match in white and orange per i Buccaneers.
1997Nell'aprile del 1997 i Tampa Bay Buccaneers svelano le nuove uniformi, destinate a sostituire quelle che avevano accompagnato i primi 21 anni di storia della franchigia.
Il proprietario Malcolm Glazer presenta le nuove divise insieme a tre modelli d'eccezione: Trent Dilfer, Hardy Nickerson e Mike Alstott.

Cambia anche il logo: va in pensione Bucco Bruce, sostituito da un "jolly roger" rosso con al centro un pallone da football mentre sulle maniche delle maglie compare un secondo logo, un galeone pirata.

Sulle maglie, posizionata al centro sopra ai numeri, compare la scritta "Buccaneers" in carattere "Romulan Falcon".


I nuovi colori - red, pewter and white - consentono quattro diverse combinazioni, tutte utilizzate dai Bucs nel corso del 1997:

Maglia rossa, abbinata a calzoncini pewter o white 

Maglia bianca, anch'essa abbinata a calzoncini pewter o white
dal 1998 
al 2001
Cambia, dopo due anni, lo sponsor tecnico. Alla Wilson subentra "Adidas", che rimarrà per quattro stagioni sponsor tecnico dei Bucs, ed il cui logo è presente sia sulle maniche delle maglie che sulla parte alta dei calzoncini.
Rispetto al 1997, stagione "inaugurale" delle nuove uniformi, sarà questo piccolo cambiamento relativo alla ditta fornitrice di abbigliamento l'unica novità nei quattro anni che vanno dal 1998 al 2001
2002
Stagione indimenticabile per i Tampa Bay Buccaneers, che trionfano nel Super Bowl n.37 di San Diego sconfiggendo gli Oakland Raiders per 48-21.

Cambia lo sponsor tecnico, dopo quattro anni ad Adidas subentra "Reebok", che rimarrà sulle maglie di tutte le squadre NFL per ben 11 stagioni
Lo scudetto "NFL" su colletto e pantaloni viene sostituito da uno più grande, comprensivo della scritta "NFL Equipment"
Nel Super Bowl di San Diego i Bucs indossano sulle maglie il "patch" celebrativo del SB n.37
26 gennaio 2003: Tampa Bay Buccaneers World Champions!
2003 e 2004
I Bucs, sempre griffati "Reebok", alternano nel 2003 e nel 2004 solo due versioni delle divise, red-pewter e white-pewter, senza mai utilizzare i calzoncini bianchi.
2005
Per celebrare i trent'anni di presenza nell'NFL, nella stagione 2005 i Bucs appongono sulle maglie un "patch" in onore della ricorrenza, con sfondo rosso o bianco a seconda della maglia su cui viene applicato.
Le maglie del trentennale, sulle quali è visibile il "patch" che celebra la ricorrenza
2006
Nessuna variazione di rilievo nelle uniformi dei Buccaneers
2007
Nella stagione 2007 viene introdotto per tutte le squadre un patch con la lettera "C" bianca inserita in un quadrato, da apporre sulle maglie dei "capitani" in alto a destra. Sotto la "C" ci sono quattro stelle. Le stelle colorate di giallo indicano ciascuna stagione giocata da capitano; dopo quattro stagioni da "capitano", è la lettera "C" a diventare gialla. 

Jeff Garcia, uno dei "Capitani" dei Bucs nella stagione 2007
Nella week n.14 tutte le squadre giocano con il numero 21 riportato sul retro dei caschi, in memoria del giocatore dei Redskins Sean Taylor tragicamente scomparso. 
2008
Nel corso del 2008 i Bucs riutilizzano tutte e quattro le varianti delle loro uniformi. Nella prima settimana, tutte le squadre appongono sulle maglie, in alto a sinistra, un "patch" in memoria di Gene Upshaw, da poco scomparso e per molti anni al vertice della NFLPA, l'associazione dei giocatori.
2009
I Buccaneers giocano a Londra una partita contro i New England Patriots. Nell'occasione, viene inserito sulle maglie un "patch" celebrativo della partita

Ma la principale novità del 2009 è il ritorno, per una partita, delle uniformi orange and white e del casco bianco con il pirata Bucco Bruce. Inoltre, nel corso del "throwback game" i Bucs inseriscono un grande della loro storia nel Ring of Honor. Il primo a ricevere tale onorificenza è il più grande Bucaniere di sempre, l'Hall of Famer Lee Roy Selmon.
8 novembre 2009, Buccaneers-Packers: il ritorno delle uniformi orange and white!

2010
Da segnalare il secondo "throwback game", con le uniformi orange e white utilizzate nello sfortunato match contro Atlanta, perso dopo avere a lungo condotto la partita. Il grande Bucaniere del passato che viene nell'occasione inserito nel Ring of Honor è John McKay, il primo allenatore dei Tampa Bay Buccaneers.

2011
I Bucs giocano l'intera stagione con il numero "63" bianco su sfondo arancione apposto sul retro dei caschi, in memoria di Lee Roy Selmon, prematuramente scomparso.

Nella prima partita, disputata l'11 settembre 2011, sulle maglie di tutte le squadre compare un "patch" per ricordare i dieci anni dall'attacco terrorista dell'11 settembre 2001.

Secondo appuntamento a Wembley per i Bucs, questa volta contro i Chicago Bears. Anche in questa occasione, sulla maglia compare un "patch" celebrativo dell'evento.

Terzo "throwback game" in orange and white per i Bucs, contro Carolina, con il TE Jimmie Giles introdotto nel Ring of Honor. 
2012
Dopo 10 anni, cambia lo sponsor tecnico sulle uniformi di tutte le squadre NFL. Alla Reebok subentra la Nike, che sarà il nuovo fornitore ufficiale per le prossime cinque stagioni.
Martedì 3 aprile 2012 vengono presentate a New York le nuove uniformi "home" griffate Nike. Rimangono invariati i colori, i tradizionali "red" o "white" per le jersey e "pewter" o "white" per i calzoncini, che presentano la banda laterale colorata leggermente più larga rispetto al passato. Nel corso della stagione 2012, i calzoncini "white" verranno utilizzati solo in partite di preseason.
L'unica modifica davvero evidente riguarda il colletto. Non più nero e sottile, come era sempre stato da quando vennero introdotte le nuove divise nel 1997, ma "bicolore", nero nella parte posteriore e rosso in quella anteriore, e molto più largo del precedente.



Quarto "throwback game" in orange and white per i Buccaneers, contro New Orleans. Per la prima volta, la partita con le uniformi "originali" non è più associata all'introduzione nel Ring of Honor di un grande Bucaniere del passato. Paul Gruber, la "new Entry" nel RoH per il 2012 riceve tale riconoscimento nel corso del match con Kansas City, disputato dai Bucs indossando le tradizionali divise White & Pewter.

Tutte le squadre, nelle week n.14 e n.15, indossano sulle proprie maglie un "patch" per celebrare i 50 anni della "Hall of Fame". 

Nelle week n.16 e n.17, sui caschi dei Bucs compare l'adesivo "S.H.E.S.", per onorare le 26 vittime - di cui 20 bambini - della Sandy Hook Elementary School, rimaste uccise nel corso di una sparatoria ad opera di un folle. 
2013La principale novità delle uniformi utilizzate nel 2013 riguarda la scomparsa del colletto "bicolore", introdotto nella stagione precedente. Ecco un esempio di jersey con il colletto integralmente bianco, impiegata dai Bucs per la prima partita di preseason

Anche le maglie rosse non presentano più alcuna traccia di nero nel colletto. Ecco la red jersey utilizzata per l'opener della stagione 2013 contro i New York Jets.
2014
Tra febbraio e marzo 2014 vengono presentate grandi novità in casa Bucs: nuovo logo, nuove uniformi e nuovo casco, per quelle che sono le modifiche più significative dall'introduzione, nel 1997, delle uniformi Red and Pewter.

Cominciamo dai loghi; sono nuovi sia il logo "primario" (il jolly roger rosso che compare sui caschi) che quello "secondario" (il galeone pirata che compare invece sulle maniche delle jersey)

Il nuovo "helmet" presenta alcune evidenti cambiamenti: la griglia è "cromata" e non più nera ed il nuovo logo è molto più grande rispetto alla versione precedente, coprendo gran parte del casco.

Anche il tradizionale font "Romulan Falcon" lascia il posto ad un nuovo carattere grafico, che qui vediamo sia su sfondo bianco che su sfondo nero.

Ma le novità più sostanziali riguardano le uniformi: nuove jersey, nuove soluzioni grafiche per i numeri e nuovi pantaloncini caratterizzano le nuove divise. Ecco di seguito le due versioni, sia "home" (maglia rossa) che "away" (maglia bianca) indossate da due modelli particolari, Gerald McCoy e Doug Martin.

Nel corso dell'intera stagione 2014 i Bucs indosseranno - in alto a sinistra delle jersey - un "patch" commemorativo in memoria del "patriarca" Malcolm Glazer, scomparso il 28 maggio 2014, e formato dalle due lettere bianche "MG" inserite all'interno di un cerchio nero.

Nel corso della week n.10 l'NFL rende un tributo alle Forze Armate. I Bucs celebrano l'evento con apposite "patch" inserite nella parte posteriore del casco.

2015
Nel corso del campionato 2015 i Buccaneers indosseranno sulle proprie jersey un "patch" commemorativo, per celebrare i primi 40 campionati disputati da Tampa Bay in NFL.

In occasione del "thursday night" del 17/12/2015 disputato a St. Louis, i Bucs indossano le uniformi "color rush", divise monocromatiche appositamente ideate dallo sponsor tecnico Nike per le partite del "giovedì notte".

2016
Nella stagione 2016, in occasione del "thursday night" del 03/11/2016 disputato a Tampa contro gli Atlanta Falcons, i Bucs indossano le uniformi "color rush", divise monocromatiche appositamente ideate dallo sponsor tecnico Nike per le partite del "giovedì notte", che avevano fatto il loro esordio nel campionato 2015.

2017
Per l'intera stagione, i Bucs applicano sul casco il logo "One Florida" (logo applicato sui propri caschi anche da Miami Dolphins e Jacksonville Jaguars) per manifestare supporto alla popolazione della Florida in seguito alle devastazioni provocate dall'uragano Irma.


Anche nella stagione 2017, in occasione del "thursday night" del 05/10/2017 disputato a Tampa contro i New England Patriots, i Bucs indossano le uniformi "color rush", divise monocromatiche appositamente ideate dallo sponsor tecnico Nike per le partite del "giovedì notte", che avevano fatto il loro esordio nel campionato 2015.